Canone RAI

Che cos’è il Canone RAI?

Il Canone RAI è un’imposta obbligatoria per chiunque detenga un apparecchio radiotelevisivo o un qualsiasi altro dispositivo adattabile alla ricezione delle trasmissioni televisive, indipendentemente da come lo utilizzi. In determinate condizioni si può essere esentati dal pagamento.
Il Canone RAI ammonta a 90 euro per il 2020.

Come si paga?

Generalmente il Canone viene automaticamente corrisposto nelle bollette luce degli utenti domestici residenti, nella misura di 18 euro su 5 bollette bimestrali. Diversamente – per chi è tenuto al pagamento ma non ha alcuna utenza elettrica intestata –, il Canone può essere saldato tramite F24.
In alternativa, Il canone può essere versato anche tramite addebito sul rateo della pensione, purché il reddito familiare sia non superiore a 18.000 euro.

In quali casi si ha diritto all’esenzione?

Il pagamento del Canone non è dovuto per:

  • i cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore agli 8.000 euro
  • i diplomatici e militari stranieri
  • i cittadini che non detengono alcun apparecchio radiotelevisivo in grado di sintonizzarsi al segnale TV



Per ottenere l’esenzione dal Canone bisogna compilare ed inviare all’Agenzia delle Entrate il modulo previsto, che sarà diverso a seconda della condizione che giustifica l’esonero. Le richieste di esenzione per l’anno 2019 possono essere presentate entro il 31 gennaio 2019; le richieste di esenzione per il 2° semestre 2019 possono essere presentate entro il 30 giugno 2019.